Logo orizzontale Sicindustria Messina

Piazza F. Cavallotti, 3
98122 Messina (ME)
Tel +39 090 774 453
Fax +39 090 679 580

La Start Up innovativa

 

Normativa StartUp

 Lo Stato ha adottato una normativa per supportare nuove tipologie di aziende: le start-up innovative. Queste imprese godono di benefici nel caso soddisfino alcuni requisiti e si   iscrivano alla sezione speciale del registro delle imprese. Possono essere start-up innovative sia società nuove, sia società costituite da meno di 4 anni alla data del 19 dicembre 2012 ( data di entrata in vigore della legge di conversione ).

D.L. n. 179/2012, convertito dalla L. n. 221/2012, e sue successive modificazioni, (dl 76/2013 convertito nella legge 99/2013)

 

 

La start up innovativa è una:

  • società di capitali
  • società con residenza fiscale in Italia
  • società le cui quote o azioni non sono presenti sui mercati regolamentati
 
e possiede i seguenti requisiti necessari(art. 25 dl 178/2012):
  • sede principale degli affari e interessi in Italia
  • è costituita e svolge attività da non più di 48 mesi
  • al secondo anno di attività il valore della produzione annua < 5 milioni €
  • non distribuisce o non ha distribuito utili
  • oggetto sociale (almeno prevalente): sviluppo, produzione e commercializzazione di prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico; la startup innovativa a "vocazione sociale” è una società che rientra nella definizione di startup innovativa e che opera in via esclusiva nei settori indicati dall'articolo 2, comma 1 del Decreto Legislativo 24 marzo 2006 n. 155 (i.e.: assistenza socio-sanitaria, attività culturale e di tutela dell’ambiente, attività di formazione scolastica ed extrascolastica, ricerca, servizi culturali, etc.).
  • non costituita da fusione, scissione, cessione di azienda o di ramo.

Inoltre è richiesto che siano posseduti almeno uno dei seguenti requisiti alternativi:

  • spese in ricerca e sviluppo ≥ al 15% del maggiore tra costo e valore totale della produzione della start-up innovativa
  • almeno 1/3 dei collaboratori o dipendenti siano: dottori o dottorandi di ricerca o laureati con almeno tre anni di attività di ricerca certificata presso istituti pubblici o privati; o almeno 2/3 della forza lavoro complessiva abbia il titolo di dottore magistrale
  • impresa «titolare, depositaria o licenziataria di almeno una privativa industriale relativa a una invenzione industriale, biotecnologica, a una topografia di prodotto a semiconduttori o a una nuova varietà vegetale ovvero sia titolare dei diritti relativi ad un programma per elaboratore originario registrato presso il Registro pubblico speciale per i programmi per elaboratore, purché tali privative siano direttamente afferenti all’oggetto sociale e all’attività di impresa».

Vantaggi StatUp

 

Riduzione degli oneri burocratici

  • Le startup innovative sono registrate tramite autocertificazione.
  • Nessun pagamento di diritti e bolli alle Camere di Commercio per qualsivoglia adempimento
  • Gestione aziendale estremamente flessibile su capitale e dei diritti di voto dei soci
  • Disapplicazione fiscalità su società di comodo e in perdita sistematica
  • Start-up “soggetti non fallibili”, introdotti meccanismi di Fail-Fast e riduzione stigma da fallimento

 

Diritto del lavoro su misura
  • Diritto del lavoro flessibile: liberalizzazione del contratto a termine applicabile per l’intero ciclo di vita della startup
  • Deroghe alla normativa sul contratto, che può essere rinnovato senza soluzione di continuità fino ad un massimo di 48 mesi
  • Possibilità di prevedere una retribuzione variabile a seconda della performance dell’impresa
  • Possibilità di remunerare lavoratori e consulenti con stock option e work for equity (tassate come capital gain!)
  • Accesso prioritario a credito d'imposta del 35% per l’assunzione a tempo indeterminato di personale altamente qualificato
  • Incentivi all’investimento in capitale di rischio e all’accesso al credito
  • Robusti sgravi fiscali a chi investe nel capitale della startup (in ambito angel investing e seed capital). Deducibilità per partecipazioni in start up: 35% per investimenti fino a 2 milioni di euro, 20% fino a 5 milioni, 50% per investimenti in start up a vocazione sociale (massimo 5milioni di euro).
  • Possibilità di raccogliere fondi attraverso portali web di crowdfunding (primo regolamento nell’UE) con esenzione da normativa MiFID
  • Garanzia pubblica gratuita, veloce e semplificata sull’80% della somma del finanziamento bancario tramite intervento del Fondo Centrale
  • I Soggetti che investono in start up beneficiano di detrazione Irpef del 19% e detrazione Ires del 20% per tre anni (dal 2013 al 2015).

POLICY A SOSTEGNO DELLE START UP INNOVATIVE 

MISURE PER START UP INNOVATIVE