Logo orizzontale Sicindustria Messina

Piazza F. Cavallotti, 3
98122 Messina (ME)
Tel +39 090 774 453
Fax +39 090 679 580
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

PO FESR, Azione 1.2.1_01: 10 milioni di aiuti alle PMI per la riproposizione di progetti di ricerca

 

Si informa che è disponibile  nel sito del Dipartimento regionale delle Attività Produttive il D.D.G.  n. 641/5.S del 27/04/2018, che approva l’avviso pubblico, e la relativa modulistica, concernente le modalità e le procedure per la concessione e l'erogazione delle agevolazioni previste dall’Azione 1.2.1_01 del PO FESR 2014/2020 “Azioni di sistema per il sostegno alla partecipazione degli attori dei territori a piattaforme di concertazione e reti nazionali di specializzazione tecnologica, come i Cluster Tecnologici Nazionali, e a progetti finanziati con altri programmi europei per la ricerca e l’innovazione”.

L’avviso intende promuovere la realizzazione di studi di fattibilità ovvero progetti di ricerca industriale, sviluppo sperimentale e innovazione di processo e organizzativa in attuazione dell’Asse1 “Ricerca, sviluppo tecnologico e innovazione” del PO FESR.

In particolare la Regione Siciliana, intende sostenere la riproposizione di progetti di ricerca, sviluppo e innovazione, presentati su “Calls for Proposal” delle Fasi 1 e 2 dello Strumento per le PMI di Horizon 2020, da piccole medie imprese aventi sede operativa in Sicilia, che abbiano ottenuto una valutazione positiva in sede di istruttoria (c.d. “Seal of Excellence”), ma non risultino ammessi a contributo per carenza di risorse finanziarie.

Tale obiettivo sarà perseguito mediante concessione di aiuti sotto forma di contributo in conto capitale, sulla base di una procedura valutativa a sportello.

Le finalità degli interventi dovranno essere coerenti con quanto agli ambiti tematici della Strategia regionale di Specializzazione Intelligente (S3): Agroalimentare, Economia del Mare, Energia, Scienza della Vita, Turismo Cultura e beni Culturali, Smart Cities and Communities. I relativi sub ambiti sono puntualmente dettagliati nell’Allegato 10 al suddetto avviso.

La dotazione finanziaria è pari a euro 10.000.000,00.

Possono presentare domanda le PMI esclusivamente in forma singola. Non sono ammissibili i progetti presentati nei settori della pesca e acquacoltura e della produzione primaria di prodotti agricoli.

Il richiedente deve possedere, alla data di presentazione della domanda, i requisiti indicati al punto 2.2 dell'avviso tra cui la capacità economico-finanziaria in relazione al progetto da realizzare.

Inoltre, deve presentare un progetto che, fatte salve le necessarie modifiche al fine di assicurare il rispetto delle norme in materia di ammissibilità della spesa previste dal bando, si caratterizza per avere contenuti essenziali e risultati attesi identici a quelli previsti dal progetto valutato positivamente, e non finanziato, nell’ambito dello “Strumento per le PMI” della Commissione Europea.

Le agevolazioni sono concesse per la realizzazione di progetti il cui costo complessivo non può superare quello dichiarato nella domanda presentata alla Commissione europea e nel rispetto dei seguenti massimali:

- € 50.000,00 a fondo perduto, per la “Fase 1 dello Strumento per le PMI”

- € 2.500.000,00 a fondo perduto, per la “Fase 2 dello Strumento per le PMI”.

Gli aiuti sono concessi nella forma di contributi in conto capitale e sulla base di quanto previsto dalle categorie di aiuto applicabili, ovvero:

  1. I. In caso di applicazione dell’art.25 del Reg. 651/2014 (Aiuti a progetti di ricerca e sviluppo):
  2. a. il 50% dei costi ammissibili per la ricerca industriale
  3. b. il 25% dei costi ammissibili per lo sviluppo sperimentale

L'intensità di aiuto per la ricerca industriale e lo sviluppo sperimentale può essere aumentata fino a un'intensità massima dell'80% dei costi ammissibili come segue:

  1. a. di 10 punti percentuali per le medie imprese e di 20 punti percentuali per le piccole imprese;
  2. b. di 15 punti percentuali se i risultati del progetto sono ampiamente diffusi attraverso conferenze, pubblicazioni, banche dati di libero accesso o software open source o gratuito.
  1. II. In caso di applicazione dell’art. 29 del Reg. 651/2014 (Aiuti per l'innovazione dei processi e dell'organizzazione):
  2. a. l'intensità di aiuto non supera il 50% dei costi ammissibili per le PMI.

I beneficiari dovranno richiedere il contributo per una sola delle opzioni.

Sono ammissibili le seguenti spese: personale, costi relativi a strumentazione e attrezzature, costi relativi agli immobili e ai terreni nella misura e per il periodo in cui sono utilizzati per il progetto, costi per la ricerca contrattuale, le conoscenze e i brevetti, altri costi di esercizio, spese generali supplementari entro i limiti del 7% del valore complessivo delle spese che precedono.

Il contributo sarà concesso sulla base di una procedura valutativa a sportello.

Le domande devono essere presentate esclusivamente attraverso il portale http://portaleagevolazioni.regione.sicilia.it  in qualsiasi momento a partire dalle ore 12.00 del 30° giorno successivo alla data di pubblicazione dell’avviso e sino alle ore 12.00 del 31 dicembre 2019.

Per informazioni e supporto, contattare presso i nostri uffici la dott.ssa Luigia Furnari (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – 090774453).

 

Prot. n. 195/18/lf